20 August, 2017
Puoi utilizzare WP per costruire dei menù

Un applauso della folla accorsa davanti alla Cattedrale di Oristano ha accolto l’apertura della prima Porta Santa dell’arcidiocesi di Oristano. Dopo i rituali tre colpi di martello a spingere con le braccia aperte i battenti del portone di bronzo dell’ingresso laterale di Santa Maria è stato l’arcivescovo Ignazio Sanna. Poi le ampie navate non sono bastate ad accogliere tutti i fedeli accorsi in particolare dal capoluogo e dai paesi del circondario ma anche dalle parrocchie più lontane.

Monsignor Sanna ha raggiunto la cattedrale guidando la processione, partita dalla vicina chiesa di San Francesco, che ha attraversato piazza Eleonora facendosi spazio tra i gazebo del mercatino di Natale mentre un nutrito spiegamento di carabinieri, Polizia e vigili urbani ha assicurato che tutto si svolgesse in condizioni di massima sicurezza. Nella sua omelia monsignor Sanna ha ripreso i passi del vangelo di San Giovanni invitando tutti i fedeli a trovare il coraggio di fare il primo passo per la riconciliazione perché “ogni cosa è possibile a chi crede” e “nessuno sarà più povero per aver perdonato un fratello e qualcuno sarà più ricco per aver donato la pace”, concludendo con un appello alla Madonna perché “benedica la nostra comunità arborense”.

Nessun commento