29 April, 2017
Puoi utilizzare WP per costruire dei menù

Sassari: nuovo complesso residenziale a Li Punti

16 set, 2016 0

Approvata dal Consiglio comunale di Sassari la costruzione di un nuovo complesso residenziale a Li Punti.

Quasi 20mila metri cubi di volumetria con i quali sarà dato vita a un progetto residenziale nel quartiere di Li Punti. Una iniziativa privata che vedrà realizzare edifici da destinarsi a residenza, con connessi servizi, viabilità pedonale, veicolare, ciclabile ma che consentirà anche la realizzazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica. È il primo piano urbanistico attuativo di iniziativa privata che ieri pomeriggio è stato approvato all’unanimità dal consiglio comunale di Sassari.

Nei giorni scorsi il piano attuativo, presentato dall’assessore all’Urbanistica Gianni Carbini, dal dirigente del Settore Claudio Castagna e dai funzionari Bastiano Frau e Roberta Omoboni, è stato approvato nella commissione Urbanistica presieduta dal consigliere Marco Manca.

Il contesto nel quale si svilupperà l’intervento è caratterizzato da porzioni di terreno con oliveti e da un’area residua una volta destinata a cava di calcarenite ora bonificata. La zona è compresa tra la vie Era e Pala di Carru.

«Il Puc sta dando i primi risultati – ha detto l’assessore all’Urbanistica Gianni Carbini – frutti concreti potremmo anche dire, e che possono consentire lo sviluppo dell’edilizia in città. Questo primo piano urbanistico attuativo arriva anche dopo l’approvazione dello schema di convenzione, dove sono contenute le garanzie che l’amministrazione può pretendere per il rispetto della cessione delle aree e per la realizzazione delle opere di urbanizzazione».

Il sindaco ha voluto sottolineare che si tratta del «primo atto operativo dopo l’approvazione del Puc che era necessario per dare indicazioni compiute. A Sassari è possibile immaginare un comparto edilizio adeguato – ha detto ancora – in linea con le esigenze di eco-sostenibilità. Auguriamoci possano esserci famiglie in grado di occupare questi edifici e si completi un comparto a Li Punti che appariva forse abbandonato».

Il progetto approvato si sviluppa secondo due obiettivi che mirano ad avviare un processo di riqualificazione urbana a lungo termine. Il primo obiettivo mira a costituire il primo tassello per avviare il processo di ricucitura e riqualificazione del margine sud del quartiere, attraverso tre elementi: il sistema del tessuto residenziale, quello degli spazi aperti e quello della mobilità. Con il secondo obiettivo il quartiere sarà realizzato secondo criteri di eco-compatibilità di nuova generazione, con l’utilizzo di tecnologie che si integrano in modo armonico con il progetto di architettura residenziale urbana.

Il progetto prevede tre tipologie di residenze. Da una parte monolocali di 36 mq e bilocali di 55 mq, quindi alloggi da 75 a 90 mq con due o tre camere da letto e poi ancora alloggi da 95 a 120 mq con tre o quattro camere da letto.

Inoltre, il 40 per cento della volumetria sarà destinato a interventi di edilizia residenziale pubblica.

Sono previste aree verdi e giardini per gli alloggi, l’installazione di pannelli fotovoltaici per le abitazioni e parcheggi.

Le opere di urbanizzazione primaria, cioè sistemi della mobilità viaria, sosta, marciapiedi, piste ciclabili e verde stradale, rete adduzione idrica, smaltimento reflui, illuminazione pubblica, distribuzione elettrica e di telecomunicazione e dati, saranno realizzate dai soggetti privati che propongono il piano attuativo.

A carico dei proponenti anche alcune opere addizionali di qualità urbana.

L’ufficio urbanistico del Comune ha ritenuto il progetto conforme alle norme del Puc. Al momento sono in fase di istruttoria altri piani urbanistici attuativi.

Leggi

Serrenti: Festa dello Sport

14 set, 2016 0

A Serrenti, il 17 e il 18 settembre, si svolgerà la prima edizione della Festa dello Sport.

Un momento d’incontro per discutere dell’importanza della pratica sportiva.
Il 17 e il 18 settembre a Serrenti si svolgerà la prima edizione della Festa dello Sport, una due giorni
per discutere e valorizzare lo sport soprattutto tra i bambini e gli adolescenti.
In particolare il 17 alle ore 17.30, nella cornice del Teatro di Serrenti si svolgerà un convegno dal
titolo “L’importanza della pratica sportiva nello sviluppo psico-fisico del bambino e
dell’adolescente”. Al dibattito, che verrà aperto dal Sindaco di Serrenti Mauro Tiddia, prenderanno
parte l’Assessore Regionale alla Pubblica Istruzione e allo Sport, Claudia Firino, il Presidente
Regionale del CONI, Gianfranco Fara e i medici dello Sport, Alberto Macis e Salvatore Floris.
Presente anche la scuola con il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Sandro Lai e il
Presidente del corso di Scienze Motorie e Sportive dell’Università di Cagliari, Andrea Loviselli.
Alcune buone prassi verranno evidenziate da Enzo Molinas e Daniele Cortis, rispettivamente
Direttore Tecnico e Generale della Scuola Calcio “Gigi Riva” e il Presidente Regionale della UISP,
Salvatore Farina. A moderare la serata l’Assessore comunale allo Sport Maria Antonella Pasci.
Domenica 18 settembre verrà dedicata alle attività sportive del Comune di Serrenti, con
dimostrazioni organizzate dalle società sportive serrentesi, negli spazi dell’Orto Botanico e della
Piscina Comunale.
“Ciò che intendiamo valorizzare – afferma l’Assessore Pasci – è il valore dello sport, non solo come
attività fondamentale per lo sviluppo fisico ma anche come strumento di emancipazione e di
socializzazione, di fuoriuscita da situazioni di disagio. Il ruolo delle istituzioni deve essere forte. Se
noi amministratori per primi, non diamo un impulso a queste attività, stiamo togliendo loro il valore
che hanno, facendo intendere ai nostri cittadini che sia qualcosa di marginale.”
L’appuntamento è per il 17 settembre al Teatro di Serrenti alle 17.30 e il 18 settembre con le attività
delle società sportive.

Leggi

A Sassari il Festival internazionale “Girovagando 2016”

14 set, 2016 0

Festival internazionale di arte in strada “Girovagando 2016”: dal 15 al 18 settembre, all’ex mercato civico di Sassari, installazioni, performance e degustazioni.

“GIROVAGANDO 2016”, VIA AL FESTIVAL INTERNAZIONALE DI ARTE IN STRADA:
DOMANI L’INAUGURAZIONE DI MOSTRE E LABORATORI NELL’EX MERCATO CIVICO

La carovana multietnica di “Girovagando 2016” atterra a Sassari. Domani sera il “Festival internazionale di arte in strada” organizzato da Theatre en vol e Associazione Girovagando, giunto alla diciannovesima edizione, prenderà casa all’ex mercato civico, che dalle 19 diventerà l’epicentro di quattro giorni di performance, laboratori, incontri, confronti, installazioni, spettacoli, degustazioni, aperitivi e concerti dedicati al tema “Convivenze – codici, linguaggi, nuovi vocabolari”. È l’argomento attraverso cui gli ideatori e organizzatori dell’iniziativa, che gode del sostegno dell’Unione europea e della Fondazione di Sardegna, del supporto del Comune di Sassari e della collaborazione di numerosi partner privati, intendono stimolare a Sassari e nel territorio un dibattito più compiuto, meno banale e stereotipato, sui mutamenti sociali, culturali e urbani prodotti dalla metamorfosi sociale che anche la città e il suo hinterland stanno vivendo grazie al vitale contagio di nuove migrazioni e nuovi modi di vivere e concepire lo spazio della convivenza, soprattutto in ambito urbano e in tema di spazi pubblici.
Non è un caso che a tenere a battesimo “Girovagando 2016” sarà #habitatimmaginari, una installazione fotografica che andrà avanti sino al 18 settembre, quando la kermesse internazionale chiuderà i battenti, grazie al contributo dell’esperienza laboratoriale che sarà portata avanti anche attraverso alcuni esperimenti virali portati avanti sui social network. L’installazione si dividerà tra piazza Santa Caterina, corso Vittorio Emanuele e l’ex mercato, dove alle 19 sarà ufficialmente inaugurata “La piazza coperta”. Alle 15.30 nell’area che un tempo ospitava il mercato, che oggi è diventata uno spazio dedicato alla creatività e all’arte, saranno inuaugurati anche i laboratori che dureranno per tutto il tempo del festival. Il Teater Albatross promuove un laboratorio in cui i partecipanti saranno coinvolti nella realizzazione di bambole che rappresenteranno provocatoriamente l’immagine di bambini vittime delle guerre.
Ma l’evento scelto per dare il via a “Girovagando 2016” è “Il tempo sospeso – 1992-2015. Gli onesti naviganti tra isola e continente”. Si tratta della mostra fotografica attraverso cui Davide Virdis e Stefano Pia, grazie al dialogo tra scatti realizzati a venti anni di distanza, raccontano i viaggi di due giovani che per studiare e lavorare devono emigrare dalla Sardegna. L’appuntamento sarà allietato dall’avvio di un’altra iniziativa che caratterizzerà tutte le giornate del festival. Si tratta di “Aperi attivi – Assaggi per il corpo e per lo spirito”. Altro appuntamento quotidiano sarà “Girovagando Caffè”, aperitivo a sostegno del diciannovesimo Festival internazionale di arte in strada.
Insieme a “Il tempo sospeso” e #habitatimmaginari, domani sera apriranno i battenti anche “1000 GRU”, l’originale installazione origami di Michela Di Crosta, “Le vele delle riflessioni”, installazione di daDha in collaborazione con Domeco, e “Idee per una città accogliente”, una serie di idee su come trasformare il centro storico attraverso una selezione dei progetti del laboratorio “Città e territorio”, organizzato dal Dipartimento di Architettura, Design e Urbanistica dell’Università di Sassari ad Alghero, riservato agli allievi del primo anno.
Sarà inaugurato anche l’area espositiva “Cose dell’altro mondo”, spazio contenitore in cui troveranno ospitalità “Carta parole e storie”, in collaborazione con l’associazione LibraiAlCentro, “Vesti rivesti rinvesti”, il mercatino dell’usato e dell’abbigliamento di seconda mano, “Do ut des”, l’angolo dello scambio di oggetti, libri, giocatoli e altro, Jaama Dambé, lo stand del centro di accoglienza “Baja Sunajola” di Lu Bagnu e del “Vel Mari” di Fertilia, il “Mercato delle pulci dei bambini”, l’area trucco Kathakali e “Incircolo”, un piccolo spazio dedicato ai prodotti alimentari dell’orto urbano di San Pietro in Silki.
Protagonista di “Girovagando 2016” sarà anche l’enogastronomia e la scoperta della convivenza attraverso il cibo e le tradizioni culinarie di altri mondi. Ad aprire il confronto sarà la cena indiana curata da John Jm Kalamandalam, maestro di danza kathakali e massaggio ayurvedico, ospite speciale di questa edizione del festival, che ai fornelli sarà supportato da Marcello D’Agostino e Samuele Dore. Alla cena inaugurale prevista per le 20.30 si potrà partecipare solo previa prenotazione al numero +39388 1214303. Per concludere la serata “Gispy drome tribe”, spettacolo di danze orientali tribali, una vera e propria incursione di American tribal style a cura di Lucia Cocco.

Leggi

Oristano: Settimana Europea della Mobilità Sostenibile

13 set, 2016 0

Oristano è in prima fila tra i 20 comuni sardi che partecipano alla Settimana Europea della Mobilità Sostenibile (SEMS). Un convegno nazionale sulle opportunità dal POR e numerose iniziative, che completano il quadro dei 100 eventi in programma in tutta l’isola, sono in programma da venerdì 16 a domenica 18 settembre.

Il programma completo dell’iniziativa sarà presentato domani ai giornalisti dal Sindaco Guido Tendas, dagli assessori comunali all’ambiente, ai trasporti e allo sport Efisio Sanna, Gianluca Mugheddu ed Emilio Naitza e dai rappresentanti delle associazioni partecipanti.

La conferenza stampa si terrà domani, mercoledì 14 settembre, alle 10,30, nella Sala Giunta del Comune di Oristano (Palazzo Campus Colonna).

Leggi

Oristano: gestione parchi di Silì, Donigala e San Martino

12 set, 2016 0

Il Comune di Oristano ha posto nuovamente in appalto la gestione dei parchi di Silě, Donigala e del San Martino a Oristano.

Alcune tra le aree verdi più importanti della città e delle frazioni potranno essere gestite dai privati. L’iniziativa è della Giunta Tendas che rilancia il piano per la valorizzazione delle dei parchi comunali.

“Il precedente bando, all’inizio dell’anno, non era andato a buon fine nonostante si fosse registrato molto interesse – spiegano il Sindaco Guido Tendas e l’Assessore Efisio Sanna -. Proprio per questo motivo lo riproponiamo accogliendo le tante sollecitazioni che abbiamo avuto. Nel frattempo abbiamo completato una serie di interventi di manutenzione che rendono i parchi ancora più fruibili e appetibili”

Domani, all’albo pretorio, sarà pubblicato il bando per l’affidamento della concessione delle aree verdi ad associazioni culturali, ambientaliste o sportive, a cooperative giovanili e/o impegnate nel sociale, nonché ad imprese artigianali e commerciali che in cambio dovranno riqualificarle e valorizzarle. La concessione avrà la durata di 6 anni. Le offerte potranno essere presentate da lunedì 19 settembre.

Tre i parchi interessati dal bando comunale: Santa Petronilla a Donigala, il più grande con una superficie complessiva di 4 ettari e 60, Sa Maddalena a Silì con una superficie di un ettaro e 30 e San Martino, nell’area compresa tra l’ospedale e il cimitero, a Oristano con una superficie di mezzo ettaro.

“Vogliamo aprire le porte all’iniziativa privata per favorire interventi di riqualificazione e valorizzazione delle aree verdi che permettano di migliorarne la fruibilità da parte dei cittadini – spiega il Sindaco Guido Tendas -. Un obiettivo che si potrà realizzare anche attraverso la realizzazione di servizi di interesse aggregativo, ricreativo e ludico/sportivo. La gestione dei parchi dovrà avvenire garantendone da un lato la custodia, dall’altro la libera fruizione da parte della cittadinanza”.

“Variamo un piano ambizioso per la gestione privata delle aree verdi di alcune delle aree verdi più importanti e frequentate – aggiunge l’Assessore Efisio Sanna -. Nella valutazione delle offerte si terrà conto della qualità dei soggetti che si candideranno alla gestione dei parchi, del progetto di valorizzazione e del canone annuo proposto al Comune. Tra gli elementi che concorreranno all’attribuzione del punteggio finale l’esperienza nel settore, l’inserimento di soggetti svantaggiati nel progetto di gestione, la qualità architettonica, paesaggistica e di sostenibilità energetica degli elementi di progetto”.

“Sarà a carico del concessionario la gestione delle aree e delle strutture e attrezzature – conclude l’Assessore Sanna -. Oltre alle attività di valorizzazione dovrà essere garantita la pulizia giornaliera, l’irrigazione e l’innaffiamento, lo sfalcio e la pulizia dei prati naturali, la potatura e sagomatura almeno stagionale degli arbusti. Dovrà essere garantita la manutenzione e la fruibilità della viabilità interna, delle panchine e dei cestini, dei cancelli e delle recinzioni dove presenti

Leggi

Nuoro: inizio dell’anno scolastico al Liceo E. Fermi

12 set, 2016 0

Data di inizio dell’anno scolastico 2016/17 al Liceo Scientifico e Linguistico E. Fermi Nuoro.

“LA Dirigente del Liceo Scientifico e Linguistico E. Fermi di Nuoro comunica che le lezioni avranno inizio per
tutte le classi della sede di Nuoro e di Bitti il giorno 14 settembre p.v. con le seguenti modalità:

SEDE DI NUORO

• Gli studenti delle classi seconde, terze, quarte e quinte entreranno alle ore 8.30.
• Gli studenti e i genitori delle classi prime saranno accolti in Aula Magna dai docenti e dalla
Dirigente secondo la seguente scansione oraria:
ore 9.00 : Liceo Scientifico
ore 9.45 : Liceo Scientifico opzione Scienze applicate
ore 10.30 : Liceo Linguistico e Sportivo.

L’uscita è fissata per tutte le classi alle ore 11.30.
SEDE DI BITTI
• Gli studenti di tutte le classi saranno accolti dai docenti alle ore 8.20 e usciranno alle 11.20.

L’orario delle lezioni sarà disponibile nel sito dell’Istituto entro martedì 13 settembre.

La Dirigente augura agli alunni, alle loro famiglie e al personale docente e ATA un proficuo e sereno anno scolastico.

Leggi

Stintino: festa della della Beata Vergine della Difesa

6 set, 2016 0

A Stintino i festeggiamenti della della Beata Vergine della Difesa: giovedì la suggestiva processione a mare.

Entra nel vivo la festa patronale di Stintino dedicata alla Beata Vergine della Difesa. Giovedì si vivrà il clou dei festeggiamenti con la processione a mare che richiama in paese numerosi fedeli, turisti e tanti stintinesi emigrati che tornano in paese per questa particolare giornata.
In occasione della festa patronale, gli uffici comunali di Stintino resteranno chiusi nelle giornate di giovedì 8 e venerdì 9 settembre.

Domani, mercoledì 7 settembre, alle 15,30 in via Sassari si svolgerà la corsa dei sacchi quindi alle 18,15, nella chiesa parrocchiale dell’Immacolata concezione, saranno celebrati i vespri solenni e la messa. Alle 20, in piazza Cala d’Oliva, il pubblico potrà assistere al concerto della Banda musicale Canepa. Alle 21, invece, piazza dei 45 ospiterà il concerto del gruppo Ruseddu e l’esibizione del gruppo Feminas che danzerà con il coinvolgimento del pubblico.

La giornata di giovedì 8 settembre sarà ricca di appuntamenti: alle 11 il palio remiero nella rada del porto Mannu. Il pomeriggio, alle 17, il sindaco Antonio Diana e le autorità civili e militari deporranno una corona di alloro ai piedi della lapide dedicata ai caduti in guerra, quindi, dopo la messa, avrà inizio la suggestiva processione a mare con il lancio di una corona di fiori per i caduti in mare. Alle 19,30 il priore, nella piazza del Municipio, offrirà una degustazione di biscotti e vino bianco. Alle 21,30 sul lungomare Colombo si potrà assistere allo spettacolo dei fuochi d’artificio, a seguire in piazza dei 45 il concerto dei Banditi e Campioni.

Sabato 10 settembre, alle 19 nella piazza dei 45, l’immancabile sagra del pesce e alle 21 la premiazione delle gare sportive.
La festa si chiuderà domenica 11 settembre. La mattina alle 11 tutti al porto Minori per l’albero della cuccagna. Alle 14 la Confraternita della Beata Vergine della Difesa si riunirà per l’elezione del nuovo priore. Quindi alle 18 la messa, la processione e lo scambio della bandiera tra il priore uscente e quello nuovo. Il nuovo priore saluterà i cittadini in piazza del Municipio, dove sarà offerta una degustazione di biscotti e di buon vino bianco.

Leggi

900 mila euro per ripristino opere pubbliche

22 ago, 2016 0

La regione ha programmato il saldo dei i fondi già’ previsti in bilancio per il ripristino di opere pubbliche danneggiate da calamita’ naturali, nei prossimi mesi saranno disponibili 900 mila euro.

Il saldo relativo a interventi di ripristino di opere pubbliche danneggiate da calamità naturali come alluvioni, frane, piene o mareggiate è stato programmato dalla regione.
900 mila euro completano l’importo complessivo di 1, 5 milioni di euro iscritto nel bilancio dell’ente.
Come ha descritto l’assessore regionale ai lavori pubblici Paolo Maninchedda, la regione sta intervenendo con scelte mirate, cercando di individuare chi, tra i comuni dell’isola ha priorità, a seconda della gravità e urgenza dell’intervento, sopratutto laddove ci possa essere un pericolo per i cittadini. I primi 600mila euro erano stati destinati a Sassari per l’intervento di messa in sicurezza del muro crollato alla Marina di Platamona, e a Macomer per il ripristino del collegamento con la 131 interrotto a causa di una frana. Tra gli altri comuni che riceveranno nei prossimi mesi l’apporto economico, quello di Ulassai riceverà 100 mila euro per la messa in sicurezza dalla caduta massi in prossimità del centro abitato, Bono, 180mila euro per la messa in sicurezza e il ripristino delle condizioni di stabilità del muro di contenimento sottostante il Viale della Libertà, Esterzili 100mila euro per la messa in sicurezza di via Roma, a seguire diversi interventi di ripristino stradale e di argini Fluviali.
Ci sono anche altri 233mila euro per completare la messa in sicurezza della Provinciale 7 tra Desulo e Fonni, in modo da consentire agli studenti pendolari di cominciare e proseguire regolarmente l’anno scolastico.

Leggi

Antonello Pinna Merit Award 2016: 10 studenti candidati

19 ago, 2016

Sono 10 i neodiplomati del Liceo Scientifico di Oristano che concorrono all’assegnazione della “Borsa di Studio Antonello Pinna per Meriti Scolastici – 2016” , denominata “Antonello Pinna Merit Award 2016”.

I candidati sono 6 ragazzi e 4 ragazze di eta’ compresa tra i 18 e 19 anni tutti nati in Italia con l’eccezione di una candidata nata in Ucraina, e provenienti dalle ultime classi del Mariano IV d’Arborea inclusa la sede staccata di Ghilarza. Hanno riportato tutti un voto di maturita’ di 100/100, tre di loro hanno ottenuto anche la lode.

Il premio, della somma di tremila euro, e’ stato istituito dal professor Graziano Pinna, nato a Oristano, e attualmente Professore Associato presso la University of Illinois at Chicago, USA e Visiting Professor all’Universita’ degli Studi di Cagliari ed e’ dedicato alla memoria del fratello Antonello, studente del Liceo Scientifico Mariano IV di Oristano, scomparso ad appena 27 anni.

Pinna aveva annunciato l’assegnazione della Borsa di Studio che avrà una cadenza annuale come omaggio alla città, in occasione del riconoscimento “Stella d’Argento – Oristanesi nel Mondo 2016” , consegnatogli dal Sindaco Guido Tendas.

“La borsa di studio vuole essere un contributo per facilitare gli studi ad uno studente meritevole e per premiare l’eccellenza dei nostri studenti” – Afferma Graziano Pinna – “I partecipanti al bando, nelle lettere di autopresentazione, dimostrano di avere le idee ben chiare sulla direzione da intraprendere nella prosecuzione dei loro studi. Alcuni si sono anche gia’ iscritti all’Universita’.” Pinna si è reso disponibile anche ad incontrare i ragazzi qualora abbiamo bisogno di chiarimenti nella scelta dei corsi universitari. “Il mio intento rimane il modesto tentativo di contribuire a ispirare e motivare gli studenti a crescere e progredire nella loro carriera”, spiega ancora Pinna.

Le domande sono al momento all’esame della commissione composta da quattro sardi residenti all’estero che proporranno a Graziano Pinna la loro opinione, una votazione e una indicazione sulla scelta del vincitore.

Da ricordare che l’assegno è destinato a uno studente di nazionalità italiana o straniera, diplomatosi al Liceo Scientifico “Mariano IV d’Arborea” e iscritto/a al primo anno di un corso di studi universitari. L’assegnazione della borsa di studio è prevista per un solo anno e non è rinnovabile. Il beneficiario della borsa di studio sarà individuato attraverso la graduatoria che terrà conto di: condizioni economiche; voto di Maturità; certificate attività di volontariato; lettera di raccomandazione di tre insegnanti; lettera di auto presentazione del candidato, riportante le motivazioni, gli interessi, le passioni e il percorso di studio e il progetto di vita che lo hanno indotto a scegliere il corso universitario a cui iscriversi. Tra i criteri di esclusione, la partecipazione in attività di bullismo o violenza e infine conflitti d’interesse quali parentele con la commissione esaminatrice e i professori.

La cerimonia di premiazione e’ stata fissata per sabato 3 Settembre 2016 alle ore 11:00 presso l’aula magna del Liceo Scientifico Mariano IV d’Arborea ad Oristano. Il dirigente Luigi Roselli fara’ gli onori di casa. Sarà il Professor Graziano Pinna a conferire direttamente al vincitore l’attestato e l’assegno della borsa di studio.

Tra le autorità invitate alla cerimonia, ci sono il sindaco Guido Tendas e l’Arcivescovo Ignazio Sanna. Previsto anche l’intervento di un insegnante del Liceo Scientifico in rappresentanza dei tanti che hanno scritto le lettere di raccomandazione in supporto dei candidati, previste dal bando.

La commissione esaminatrice per l’edizione 2016 del premio e’ composta da cinque sardi residenti all’estero. Oltre al Professor Pinna, ne fanno parte :

Alberta Lai, Direttrice del Italian Cultural Institute of Chicago, nata a Cagliari e laureata in lettere classiche all’Universita’ di Cagliari, master in didattica dell’italiano a stranieri presso l’Universita’ Ca’ Foscari di Venezia, specializzata in paleografia e codicologia greca presso la Scuola Vaticana di Paleografia e un dottorato in filologia classica presso l’Universita’ di Urbino. Dopo un’esperienza decennale come docente di latino e greco nei licei classici di Iglesias, Carbonia e Cagliari ha ricoperto per 5 anni l’incarico di lettore di lingua e cultura italiana presso l’Universita’ d’Islanda a Reykjavik. Come funzionario del Ministero degli Affari Esteri e’ stata addetto culturale presso l’Istituto Italiano di Cultura di Oslo, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Vancouver e dall’autunno 2015 dirige l’IIC di Chicago.

Eugenio Perrier, Global Chief Marketing Officer di Sabra Diping Co a New York. Nato a San Gavino Monreale e laureato in Economia e Commercio all’Universita’ degli Studi di Cagliari, MBA al MIP Politecnico di Milano. Prima dell’attuale ruolo, ha vissuto a Parma, Svezia, Chicago lavorando per oltre 22 anni alla Barilla, sviluppando strategie e piani di marketing in numerosi Paesi (Italia, Svezia, Germania, Paesi Bassi, USA, Canada, Mexico, Brasile, etc). E’ membro ed attivo partecipe alle attivita’ dell’Accademia Italiana della Cucina dal 2001. Pratica ciclismo e corsa avendo completato 3 maratone (Chicago e due volte Boston).

Mario Macis, Professore Associato di Economia alla Johns Hopkins University, insegna microeconomia, economia delle organizzazioni e economia delle politiche pubbliche, ed e’ direttore del Master in Health Care Management. Nato a Cagliari e cresciuto tra Samugheo e Oristano, si e’ laureato in Discipline Economiche e Sociali alla Bocconi, dottorato in Economics alla University of Chicago. La ricerca del professor Macis si concentra su global health, economia del lavoro e su temi all’intersezione tra economia, sanita’ e bioetica. Mario Macis e’ anche Associate Faculty all’Armstrong Institute della Johns Hopkins School of Medicine, e Faculty Research Fellow al National Bureau of Economic Research, ed e’ stato consulente della Banca Mondiale, della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo.

Sandro Corso, dirigente dell’Ufficio Scolastico presso il Consolato Generale d’Italia a Chicago, nato a Cagliari, 2 Lauree Univ. di Cagliari, M.A. Univ. Venezia Ca’ Foscari, PhD Univ. di Edimburgo. Le sue pubblicazioni comprendono studi sulla letteratura di viaggio The Invention of Sardinia”, la nozione di ambiguità e fantastico nella letteratura Europea “Il Manifestarsi dell’Ambiguo”, oltre a vari articoli sulla letteratura di viaggio, la didattica delle lingue e Pasolini. I suoi più recenti interessi di ricerca si estendono alle attuali declinazioni della questione della lingua ed alla glottodidattica dell’italiano.

Leggi

Sassari: al via il “Salotto piazza Tola”

5 ago, 2016 0

Presentata questa mattina a Sassari l’iniziativa “Salotto piazza Tola”.

Un nuovo “salotto” cittadino che, già da domani e sino al 1° ottobre, conferma piazza Tola come una tra le realtà attrattive più dinamiche del centro storico di Sassari. Ieri sera la giunta di Nicola Sanna ha approvato la deliberazione che avvia l’iniziativa “Salotto piazza Tola”.
Per quasi due mesi i pedoni si approprieranno della piazza e delle vie adiacenti e potranno così trascorrere in tranquillità le serate all’insegna delle passeggiate o seduti sulle panchine e ai tavolini di bar o ristoranti che animano la piazza.
L’iniziativa è stata presentata questa mattina a Palazzo Ducale alla presenza del sindaco Nicola Sanna, degli assessori alla Mobilità Antonio Piu, alle Attività produttive Gianni Carbini, all’Ambiente Fabio Pinna e del comandante della polizia municipale Gianni Serra.

LA NOVITÀ. E così, tutti i giorni, dal 5 al 15 agosto, dalle ore 20 alle ore 6, l’area da via Cesare Battisti sino a piazza Tola sarà off limits per le auto.
Dal 19 agosto e sino al 1° di ottobre, tutti i venerdì e sabato, la zona sarà ancora chiusa al traffico sempre dalle 20 alle 6.

«Oggi si avvia una sorta di sperimentazione che potrebbe essere replicata anche in altre aree della città – ha detto il sindaco Nicola Sanna – un effetto moltiplicatore che vogliamo stimolare e sostenere. Piazza Tola diventa allora un luogo di rinascita del centro storico che già con gli interventi territoriali integrati troverà finanziamenti dedicati». Il primo cittadino quindi ha annunciato che nella giornata sarà emessa anche una ordinanza relativa al decoro urbano che mira a mantenere il decoro delle strutture private e stimolare i proprietari a mantenere in ordine i propri edifici.

E di decoro ha parlato anche l’assessore all’Ambiente Fabio Pinna che ha fatto presente come l’amministrazione sia andata «incontro alle esigenze di commercianti e residenti per quanto riguarda la gestione corretta dei rifiuti».

LO SVILUPPO. Piazza Tola negli ultimi anni ha avuto uno sviluppo costante in termini di frequentazione dei cittadini, soprattutto nelle ore serali e notturne. Un luogo piacevole, quasi intimo come un salotto appunto, dove soggiornare per qualche ora. Sono aumentate, inoltre, le attività commerciali specie quelle legate alla ristorazione e all’intrattenimento che, nel periodo estivo e della buona stagione, possono estendere all’esterno dei singoli locali i loro spazi di attività, sia bar che pizzerie, sia ristoranti che tutte le altre attività commerciali.
Uno sviluppo che l’amministrazione comunale ha voluto incentivare e promuovere con la realizzazione di numerose iniziative di carattere culturale e di spettacolo alle quali si sono aggiunte quelle promosse dagli operatori, singolarmente o in condivisione.
L’assessore alle Attività produttive Gianni Carbini ha ricordato come l’amministrazione abbia voluto assecondare questa rinnovata vivibilità «anche modificando il regolamento comunale per la collocazione di strutture precarie e amovibili sul suolo pubblico, sia applicando uno sconto del 75 per cento sulla tassa di occupazione del suolo pubblico, sia incrementando da 35 mq sino al massimo di 50 mq l’area a disposizione degli esercenti».

Accanto a queste va ora intrapresa un’azione di consolidamento e coesione tra commercianti e residenti che dia ragione del successo della centralissima piazza Tola, rendendola una realtà duratura nel tempo.

«Puntiamo molto sul centro storico – ha aggiunto l’assessore Antonio Piu – perché è il salotto della città. Stiamo dando risposte a una parte di Sassari che necessita di essere valorizzata».
Il comandante della polizia municipale Gianni Serra ha ricordato, infine, il ruolo di controllo che sarà svolto dagli uomini di via Carlo Felice per garantire la sicurezza urbana e la fruibilità della piazza.

IL SALOTTO. L’amministrazione comunale, già dallo scorso anno, aveva avviato una serie di incontri con i commercianti e i residenti di piazza Tola. Incontri che hanno permesso un confronto con i vari assessorati, Mobilità, Attività produttive, Ambiente, che hanno raccolto i suggerimenti dei cittadini.
È emersa una valutazione positiva degli interventi proposti dall’amministrazione comunale che hanno mirato a valorizzare ulteriormente la realtà di piazza Tola. Sono state adottate iniziative di riduzione del traffico veicolare ed è stata proposta la creazione di un “marchio” identificativo dell’area: “Salotto piazza Tola”.
Proprio durante gli incontri è stata concordata una prima fase di interventi che consentirà di sperimentare la pedonalizzazione dell’area.

Gli operatori commerciali di piazza Tola, intanto, hanno dato la disponibilità a farsi carico di un servizio di controllo con l’impiego di guardie giurate che, in ausilio agli agenti di polizia municipale, si occuperanno di garantire il rispetto delle disposizioni di sicurezza sulla piazza e nelle attività. Si occuperanno anche di far osservare, specie dopo la mezzanotte, un comportamento consono e appropriato con l’esigenza di mantenere un livello soddisfacente della quiete pubblica da garantire ai cittadini residenti nella piazza.
In quest’ottica dell’integrazione degli interessi tra operatori e residenti si colloca la realizzazione di un sistema di videosorveglianza dell’intera piazza che, con 4 telecamere messe a disposizione da un residente operante nel settore delle telecomunicazioni, consentirà al Comando dei vigili urbani di monitorare costantemente nelle 24 ore tutta l’area e individuare rapidamente i responsabili di eventuali atti di vandalismo o disturbo.
E proprio l’attenzione alla residenzialità è stato l’impegno assunto da tutti gli operatori nei confronti della rispettiva clientela, che potrà utilizzare la piazza non solo come luogo di consumo, ma anche come luogo di incontro e socializzazione.
L’INIZIATIVA. Con la deliberazione adottata ieri, l’iniziativa “Salotto piazza Tola” consentirà tutti i giorni, da venerdì 5 agosto a lunedì 15 agosto, la pedonalizzazione dell’area e disporrà il divieto di accesso a via Cesare Battisti da piazza Azuni e a piazza Tola da via Lamarmora, dalle ore 20 alle ore 6 del giorno successivo.
Da venerdì 19 agosto sino a sabato 1° ottobre 2016, il venerdì e il sabato, sarà vietato l’accesso a via Cesare Battisti da piazza Azuni e a piazza Tola da via Lamarmora dalle ore 20 alle ore 6 del giorno successivo.
Negli orari e nei giorni dei divieti sarà consentita la discesa dei veicoli nel tratto di corso Vittorio Emanuele compreso tra piazza Azuni e via Sebastiano Satta. I veicoli in sosta in via Cesare Battisti e in piazza Tola, durante gli orari di chiusura al traffico, potranno allontanarsi a passo d’uomo seguendo il normale senso di marcia. In presenza di personale di controllo, le automobili in sosta in via Battisti potranno tornare indietro per immettersi su corso Vittorio Emanuele.
Negli stessi periodi, i soli residenti e domiciliati in via cesare Battisti, Piazza Tola, via Pettenadu, via Sebastiano Satta, via Lamarmora tra via del Carmine e via Rosello, possessori di contrassegno TS o TF, potranno sostare in piazza Mazzotti negli stalli riservati ai residenti. In via Cesare Battisti, all’incrocio con corso Vittorio Emanuele, sarà installata una apposita struttura informativa e caratterizzante una sorta di “porta di ingresso” al “Salotto piazza Tola”.
Il Settore polizia municipale ha predisposto l’ordinanza e l’apposizione della segnaletica stradale necessaria.

Leggi