22 June, 2017
Puoi utilizzare WP per costruire dei menù

La cucina sarda protagonista in Libano

9 mar, 2016 0

L’Associazione Assadakah Sardegna e l’Università Saint Joseph di Beirut organizzano il FESTIVAL “ARTE CULINARIA E TRADIZIONE IN SARDEGNA E LIBANO” nell’ambito del progetto FOOD4MEDFood for Mediterranean Exchange, finanziato dalla Commissione Europea, Delegazione UE in Libano – Programma EuropeAid Attività Culturali 2014 – Libano. Ecco di seguito i dettagli!

“Una delegazione di Assadakah Sardegna – Centro Italo Arabo e del Mediterraneo (composta dalla responsabile per la cooperazione Laura Casta e da Stefania Melis) e un cuoco sardo (Salvatore Longu, chef e docente all’Istituto alberghiero di Bosa) da domani saranno in Libano per partecipare alle attività conclusive del progetto.

Il Festival prevede una due giornate di eventi:

10 marzo 2016, Beirut presso l’Università Saint Joseph Campus delle Scienze Umane, Rue de Damas, Beirut – h 18:00:
- Presentazione del libro ricette FOOD4MED – CIBO E TRADIZIONE IN SARDEGNA E LIBANO
- Mostra fotografica FOOD4MED – CIBO E TRADIZIONE IN SARDEGNA E LIBANO
- Degustazione di prodotti tipici

11 marzo 2016, Taanayel Valle della Bekaa, presso la sede dell’ONG arcenciel a Taanyel, Valle della Bekaa – h 11:30:
- Mostra fotografica
- Degustazione di piatti tipici realizzati da chef libanesi, palestinesi, italiani

FOOD4MED è un progetto di cooperazione che coinvolge la Sardegna e il Libano per promuovere la tolleranza attraverso lo scambio culturale nel settore culinario, contribuendo alla creazione e promozione delle condizioni ottimali per un confronto interculturale tra le culture mediterranee. Si rivolge in particolare alle culture sarde e libanesi partendo dalla ricca tradizione gastronomica che le contraddistingue come strumento di dialogo e comprensione reciproca, incoraggiando, la creazione di uno spazio interculturale in cui i popoli dell’area euro mediterranea possano convergere.
Per maggiori informazioni visitate il sito web di progetto www.food4med.com

CHE COSA PREVEDE IL PROGETTO

Obiettivi

Incoraggiare la comprensione tra le culture Mediterranee per promuovere il dialogo interculturale e accrescere la comprensione reciproca, promuovendo il confronto tra due terre unite da un legame antico la Sardegna e il Libano partendo dalla riscoperta della ricca tradizione culinaria che le contraddistingue. FOOD4MED vuole costruire un ponte interculturale tra nord e sud del Mediterraneo, per accrescere l’attitudine e la sensibilità al dialogo multiculturale e interculturale tra i popoli delle due sponde, partendo da un bene comune a tutti gli essere umani: il cibo. Nel descrivere e presentare un paese spesso si parte dalle sue specifiche qualità culinarie per guidare l’individuo attraverso il gusto e l’olfatto alla riscoperta della sua identità e di quegli elementi che inevitabilmente richiamano al multiculturalismo che caratterizza il Mediterraneo, avvicinando culture diverse, vicine e lontane.

Attività

Pubblicazione di una raccolta di ricette tradizionali sarde e libanesi

Il libro rappresenta la sintesi delle due culture gastronomiche, una panoramica di ricette e segreti delle cucine del Libano e della Sardegna che consentirà di esplorare le due culture attraverso le rispettive abitudini e delizie culinarie.

Contest fotografico sulla gastronomia e strumenti da cucina tradizionali

Il contest è rivolto ai giovani fotografi – dilettanti e aspiranti tali – chiamati a esprimere la loro creatività nella riscoperta di tradizioni e radici comuni attraverso una competizione artistica che stimolerà il dialogo e lo scambio

Festival della cucina tradizionale libanese-mediterranea

Cuore dell’intero progetto, il Festival in Libano è una concreta occasione di scambio, incontro e confronto tra le due culture. Conferenze, show-cooking, laboratori e percorsi gastronomici, eventi di intrattenimento allieteranno il gusto e la conoscenza dei visitatori in una due giornate di eventi aperta al più vasto pubblico.

Beneficiari

Principalmente donne e giovani delle zone rurali del Libano e della Sardegna, ma anche ONG, associazioni, autorità locali e istituzioni, cittadini e l’intera comunità compresi tutti i gruppi etnici (tra cui siriani e palestinesi) e religiosi che fanno del Libano quel particolare melting-pot e modello di convivenza pacifica e democratica.”

Leggi

Ricetta Para Frittus

1 feb, 2016 0

Un dolce tipico del carnevale sardo sono i Para Frittus chiamati anche Fatti fritti. Oggi nella nostra rubrica vi proponiamo la ricetta di questo dolce che potrebbe presentare delle varianti a seconda della zona in cui viene fatto. Un dolce fritto che si presenta con una forma a ciambella. Dal sardo Para Frittus, significa Frati Fritti, sembra che il buco al centro ricorda la chierica dei frati, secondo alcuni, invece, la striscia bianca che si forma a metà rappresenta il cordone del saio. L’impasto dei fatti fritti è fatto di ingredienti semplici, ma quello che richiede maggiore attenzione nella preparazione è la lievitazione. Un dolce immancabile alle feste di carnevale, goloso e dal profumo appetitoso.

Ingredienti:

1 kg di farina
200 gr zucchero
4 uova grandi
100 gr strutto
50gr lievito di birra
500 ml latte
Bustina di lievito
Bustina di vanillina
Scorza di 2 o 3 limoni
Mezzo bicchierino di liquore o succo d’arancia

Procedimento:

Amalgamare insieme lo zucchero, le uova, lo strutto, il lievito di birra, il liquore o il succo d’arancia. Successivamente aggiungere poco per volta la farina insieme al latte tiepido, unire poi il lievito, la vanillina e la scorza dei limoni. Impastare il tutto fino ad ottenere un composto morbido. Coprire poi con un canovaccio e lasciare lievitare almeno per due ore, finchè non raddoppia di volume. Successivamente su una spianatoia infarinata formare le ciambelle, aiutandosi con la farina. Una volta fatte tutte le ciambelle, lasciare lievitare per un’altra ora. Procedere poi alla frittura. Infine cospargere i Para Frittus di zucchero semolato.

Buona Ricetta!

Leggi

Chiacchiere di Carnevale

1 feb, 2016 0

Il carnevale non è fatto solo di costumi, maschere, colori, feste e coriandoli. Il carnevale è fatto anche di tanti dolci. Oggi nella nostra rubrica vi proponiamo uno dei dolci tipici del carnevale: le chiacchiere, dette anche bugie, cenci, frappe ecc ( a seconda della zona). La loro preparazione non richiede troppo tempo, fanno felici piccoli e grandi. Sono delle sfoglie friabili, fatte di farina, uova, burro e zucchero. L’impasto viene poi steso con il mattarello o a macchina, vengono fatte delle forme rettangolari con un’incisione al centro, successivamente vengono fritte e cosparse di zucchero a velo.

Di seguito gli ingredienti per la preparazione delle chiacchiere

- 500 gr di farina
- 4 uova
- 3 cucchiai di zucchero
- 50 gr di burro
- mezzo bicchierino di grappa
- zucchero a velo qb
- olio per friggere

Procedimento

Impastare la farina con le uova, lo zucchero, il burro e la grappa, lavorare l’impasto fino ad ottenere un panetto omogeneo. Stendere il composto con la macchina o con il mattarello. Con la rotellina ritagliare dei rettangoli e fare un’ incisione al centro. Una volta ottenute le forme, procedere con la frittura e successivamente cospargerle di zucchero a velo.

Buona Ricetta!

Leggi

Pandoro o Panettone? Ecco come mangiarli e non ingrassare

23 dic, 2015 0

Mangiare e bene è importante. Passo dopo passo, la Dott.ssa Valentina Ledda, biologa nutrizionista, ci spiega le caratteristiche utili al nostro corpo dei cibi che consumiamo abitualmente.

“Nelle nostre tavole, in particolare, non mancheranno pandori e panettoni, con le più svariate farciture, glasse e leccornie. La scelta su quale dei due dolci sia il più buono è un vero e proprio dilemma e dipende molto dai gusti individuali. Ciò che è sicuro, purtroppo, è il fatto che siano entrambi dolci molto calorici. Ma, dato che durante le feste qualche “sgarro” è concesso, è fondamentale prendere consapevolezza riguardo a quale dei due è il più ricco di grassi.
Entrambi sono alimenti completi, ricchi in amido e con una buona quota di proteine.
Se a fine pasto è prevista una bella fetta di panettone o di pandoro, il consiglio è innanzitutto limitarsi con le dosi, eliminando, eventualmente, il pane e riducendo i quantitativi di grassi derivanti da altre fonti.
Per tecnologia di produzione è importante sapere che il pandoro contiene più burro rispetto al panettone, perciò chi segue un regime dietetico non può assolutamente esagerare con le dosi. Basti pensare che 100 grammi di prodotto corrispondono al quantitativo calorico di un piatto di pasta ed una fetta pesa 180/200 gr (!).
Nonostante entrambi abbiano un contenuto calorico molto elevato dobbiamo considerare, nell’eventualità di una scelta tra quale sia più o meno incisivo per la nostra linea, che il pandoro contiene più grassi. Devono fare particolarmente attenzione i soggetti diabetici, obesi, e quelli con iperlipidemie e colesterolo alto. Se vi piacciono tutti e due, insomma, preferite il panettone.”

Visita la pagina Facebook della Dott.ssa @Valentina Ledda Biologa Nutrizionista

Leggi

Biscotti alla cannella con noci e nocciole

2 dic, 2015 0

Una ricetta adatta soprattutto durante il periodo delle festività natalizie. Preparare i Biscotti alla cannella con noci e nocciole sarà divertente e piacevole. I biscotti possono essere gustati con un buon thè caldo per una merenda. L’ingrediente predominante è sicuramente la cannella che donerà a questi dolcetti un sapore unico e inconfondibile.

Vediamo gli ingredienti:

250gr di Farina
200gr Zucchero di canna
200 gr tra Noci e Nocciole
90/100 gr di Burro
5 Cucchiani di Cannella ( a piacere anche di più o di meno)
1 Uovo
1 Busitna di Lievito
1 Pizzico di Sale

Procedimento:
Lavorare lo zucchero di canna con il burro ammorbidito.Aggiungere 1 pizzico di sale, la farina, il lievito e l’uovo e mescolare. Unire le noci e le nocciole tritate, la cannella. Continuare ad amalgamare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo e formare una palla.
Una volta pronto stendere l’impasto e fare le formine che desiderate.
Cuocere nel forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti.

Buona Ricetta!

Leggi

Crostata alla marmellata

26 nov, 2015 0

Un dolce tradizonale, semplice ma molto gustoso. La crostata alla marmellata mette d’accordo tutti grandi e piccini. Una ricetta ideale da preparare per una merenda o per una colazione.

Vediamo gli ingrendienti:

300 gr di Farina
125 gr di zucchero
1 uovo
80 gr di burro
1 bustina di lievito per dolci
1 Pizzico di sale
300/350 gr di marmellata

Procedimento:
Mescolare la farina con lo zucchero, il lievito, un pizzico di sale. Unire l’uovo e il burro ammorbidito. Lavorare l’impasto fino ad ottenere un composto lisco e omogeneo e formare una palla. Lasciare riposare mezz’oretta in frigo. Successivamente stendere una parte dell’impasto e disporlo in una teglia da forno, lasciando un bordo di 3 cm circa. Aggiungere la marmellata. Con l’altra parte dell’impasto avanzato formare delle strisce o dei cuoricini come nel nostro caso, da disporre sopra la crostata. Infine mettere in forno per 30 minuti circa a 180°.

Buona Ricetta!

Leggi